Caraibi, isole nella corrente

 
 

HOME  |  STORIA  |  ISOLE  |  HOTEL  CALENDARIO REGATE  |  GOLF  |  MUST  |  PESCA  |  NOTIZIE  CARNEVALE  |  SERVIZI  |  CONTATTI

 

TURKS & CAICOS

 
 

ISOLE

Bermuda
Bahamas
Turks & Caicos
Cuba
Cayman
Giamaica
Repubblica Dominicana
Haiti
Puerto Rico
Isole Vergini
Isole Sottovento
Antille Francesi
Isole Sopravento
Barbados
Trinidad & Tobago
Antille Olandesi

INFORMAZIONI

Territorio - Clima -
Informazioni pratiche
Cosa vedere
Voli
Sport
Ristoranti
Divertimenti
Shopping
Galleria fotografica
Rent a ...
Cambio Valuta Caraibi
Meteo
 

HOTEL

All Inclusive Hotels
Beach Hotels
Family Hotels
Golf Hotels
Honeymoon Hotels
Self-Catering Hotels
Best hotel by Trip Advisor Rating
 

STORIA

Dagli schiavi della canna da zucchero al turismo per tutti
 
STORIA DI TURKS & CAICOS

A Cockburn Town, capitale e unico centro abitato di Grand Turk la via principale era invasa dalla sabbia. Nessuna automobile in vista, solo qualche asino tra le case coloniali color pastello. Un telefono decrepito in una baracca di legno costituiva tutta la rete di telecomunicazioni. L' operatore telefonico é in prigione, disse il custode. Poi aggiunse: non ha fatto nulla di male, é che arrotonda facendo il secondino.

Il secondino/telefonista raccontò che non fu Cristoforo Colombo a scoprire Grand Turk, ma, che il primo europeo – documentato - ad avvistare le isole fu il conquistatore spagnolo Juan Ponce de León, nel 1512. L' arrivo degli europei nell' arcipelago, comunque, decretò la fine dei taínos, deportati come schiavi, uccisi o decimati dalle malattie portate dagli occidentali verso la metà del XVI secolo.

 
TURKS & CAICOS - Juan Ponce de León

Nei secoli successivi le isole furono contese tra Francia, Spagna e Inghilterra, e infine assegnate alla Gran Bretagna. Nonostante le dispute coloniali, però, l' arcipelago era escluso dalle principali rotte commerciali, non possedeva oro o ancoraggi decenti, e inoltre vi scarseggiavano le precipitazioni, cosa che impediva la coltivazione della canna da zucchero; per cui rimase disabitato fino al 1678, quando un gruppo di coloni delle Bermude vi si insediò avviando l'  estrazione del sale e lo sfruttamento del legname.

TURKS & CAICOS
 

I mercanti di sale disboscarono i terreni per creare le salinas, presenti tuttora su diverse isole. Gran parte del sale veniva imbarcato su veloci corvette che salpavano per le industrie produttrici di merluzzo in scatola del New England e delle Province Marittime del Canada.

I coloni delle Bermude vivevano agiatamente nell' arcipelago, attirando l' attenzione degli spagnoli e poi del governo delle Bahamas, e nel 1766 quest' ultimo estese la propria giurisdizione a comprendere anche le isole. Come le loro vicine settentrionali, Turks e Caicos divennero poi sede di pirati, che non risparmiavano le case dei ricchi mercanti del sale. Le razzie dei pirati provocarono l' intervento della Francia nel 1753, che in seguito avanzò delle pretese sull' arcipelago. Respinti l' anno seguente da una nave da guerra inglese proveniente dalle Carolinas, i francesi occuparono di nuovo Grand Turk per brevi periodi nel 1778 e nel 1783.

Le isole entrarono formalmente a far parte delle Bahamas nel 1799, ma nel 1848, dopo una petizione dei residenti di Turks e Caicos, ottennero l' autogoverno sotto la supervisione del governatore della Giamaica.

Nel 1872 le isole furono annesse alla Giamaica, alla quale resteranno unite fino al 1962, quando ritorneranno alle Bahamas. Nel 1973 Turks e Caicos diventarono una Colonia della Corona, indipendente dalla Gran Bretagna.

Nel gennaio 1996 tra il governatore dell' arcipelago e gli abitanti si sono verificati momenti di tensione: il governatore ha avanzato l' ipotesi che il governo e la corruzione della polizia abbiano trasformato le isole in un paradiso per i trafficanti di droga, e il governo inglese inviò la nave da guerra Brave a pattugliare la costa di Turks e Caicos, ma la tanto temuta rivolta popolare finì nel nulla.

Alla fine degli anni '90, divenne evidente come Turks e Caicos fossero una delle principali basi del traffico di stupefacenti e del riciclaggio di denaro. Il governo britannico iniziò ad essere più pressante, nel tentativo di risanare la situazione. Al contempo, però, venne decriminalizzata l' omosessualità, fu estesa la cittadinanza britannica agli abitanti dell' isola e fu abolita la pena di morte.

Il sistema legale di Turks e Caicos è basato sul Common Law inglese, con un numero minore di leggi adottate da Giamaica e Bahamas.
Il sovrano del Regno Unito è il capo dello stato rappresentato da un governatore. Il capo del governo è il primo ministro. Il Consiglio Esecutivo è formato da tre membri ex officio e cinque scelti dal governatore tra i membri del Consiglio Legislativo. Non ci sono elezioni: il governatore è scelto dal sovrano e il primo ministro è scelto dal governatore.

 
 

STUDIOAEF

 

 

 
 
 

MAPPA DEL SITO