Caraibi, isole nella corrente

 
 

HOME  |  STORIA  |  ISOLE  |  HOTEL  CALENDARIO REGATE  |  GOLF  |  MUST  |  PESCA  |  NOTIZIE  CARNEVALE  |  SERVIZI  |  CONTATTI

 

GOLF AI CARAIBI

 
 

ISOLE

Bermuda
Bahamas
Turks & Caycos
Cuba
Cayman
Giamaica
Repubblica Dominicana
Haiti
Puerto Rico
Isole Vergini
Isole Sottovento
Antille Francesi
Isole Sopravento
Barbados
Trinidad & Tobago
Antille Olandesi
 
GIAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation
 
JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation

Si snoda nella storica Rose Hall Plantation, una tenuta di 1.600 ettari nella montagne Giamaicane; il White Witch è stato ricavato in 240 ettari di vegetazione verde smeraldo e di colline sinuose che mostrano panorami mozzafiato dei Caraibi e delle montagne all’interno. Sedici delle 18 buche hanno vista sul mare dei Caraibi.

JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation
JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation Buche 18
Stagione Tutto l’anno
Anno inaugurazione 2000
Ospiti Benvenuti
Campo pratica
Putting Green
Noleggio carts
Noleggio sacca
Prezzo $160
Scorecard
Tee Par Lunghezza
Blu 71 6718 yd.
Bianco 71 6335 yd.
Nero (Signore) 71 5864 yd.
Ross (Signore) 71 5397 yd.

Dice la leggenda che la strega bianca era Annie May Palmer, la proprietaria della piantagione ai primi anni dell’800; sarebbe stata una maestra di voodoo e avrebbe ammazzato i suoi tre mariti prima di venire a sua volta assassinata dall’amante che era uno schiavo nero.

Inaugurato nell’ Agosto del 2000 questo campo è stato progettato da Robert Von Hagge, Rick Baril and Mike Smelek e fa parte del Ritz-Carlton Rose Hall Golf & Spa Resort. E' senz’altro uno dei percorsi più suggestivi della Giamaica e non solo; sarà un piacere giocare anche se lo score non dovesse essere quello che speravate; infatti si tratta di un par 71 difficile e lungo. Ogni tee è una sfida, le aree di atterraggio anguste ed i fairways stretti; molti bunkers posizionati strategicamente per calamitare palline. I greens sono veloci, ondulati e difficili da leggere.

L’altra variabile è sempre il vento, che se non altro serve per alleviare la calura che sull’altopiano è notevole. La Clubhouse è dotata di tutti i servizi.

La buca d’apertura è tostissima: par 4 che si gioca dal tee elevato ed è un dogleg destro con area d’atterraggio molto stretta. Un gran numero di bunkers accompagnano sino al green ben ondulato. è la buca più difficile del campo (Handicap 1 ). La vista dal tee di partenza è meravigliosa.

JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation
Buca N.1
La seconda buca è invece un bel par tre in discesa.

Ancora dal tee elevato la buca 5: un difficile par 4 di 400m. che regala una fantastica vista del mare sottostante. è stretta ed in salita, bunkers sulla sinistra ed il fuori limite sulla destra. Ci sono rocce affioranti da ambedue i lati. Le prime nove si concludono con un bellissimo par 4 di 380m. dogleg a sinistra con un dislivello a scendere di oltre 45 m. ed un approccio molto delicato verso il green più difficile del campo. Un par a questa buca vale oro.

Le seconde nove sono un po’ più corte ma ogni metro è impegnativo: la 11i è la buca più corta e più facile, circondata da bunkers e giungla e sullo sfondo il mar dei Caraibi.

JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation
Buca N.11

La 14 è un par tre di 150m. assai spettacolare. Scende di 35 m. e bisogna superare un laghetto davanti al green. Il green è altrettanto difficile da leggere, meglio avvalersi di un caddie locale.

La 15 è una delle buche più belle : si può scegliere fra due fairways ; i giocatori più lunghi driveranno sulla destra verso il green, bisogna però superare l’ostacolo d’acqua ai 200m., quindi rimane un corto approccio al green. La strategia più conservativa è giocare sulla sinistra e lasciarsi un approccio sui 110 m. Il green pende verso l’interno con collinette che convogliano molte palle verso il centro. è una buca pericolosa che però può valere il rischio. La 17 è la buca simbolo: un par tre mozzafiato in discesa con splendida vista del mare dei Caraibi. Il tee shot deve superare un profondo burrone e fare i conti col vento sempre variabile; 4 bunkers fanno la guardia al green e le aree di salvataggio sono molto piccole.

Anche la buca di chiusura è stimolante: bunkers e duri cespugli la costeggiano fino al green che è il punto più elevato del percorso.

JAMAICA: White Witch Golf Course at Rose Hall Plantation
Buca N.17
 

RITORNA A GOLF AI CARAIBI

 

STUDIOAEF

 

 
 

 
 
 

MAPPA DEL SITO