Caraibi, isole nella corrente

 
 

HOME  |  STORIA  |  ISOLE  |  HOTEL  CALENDARIO REGATE  |  GOLF  |  MUST  |  PESCA  |  NOTIZIE  CARNEVALE  |  SERVIZI  |  CONTATTI

 

GOLF AI CARAIBI

 
 

ISOLE

Bermuda
Bahamas
Turks & Caycos
Cuba
Cayman
Giamaica
Repubblica Dominicana
Haiti
Puerto Rico
Isole Vergini
Isole Sottovento
Antille Francesi
Isole Sopravento
Barbados
Trinidad & Tobago
Antille Olandesi
 
GIAMAICA - SuperClubs Golf Club at Runaway Bay
 
JAMAICA - SuperClubs Golf Club at Runaway Bay

Inaugurato nel 1960 fu progettato da J. Harris, comandante delle forze navali Britanniche in Giamaica; ha ospitato molti eventi anche internazionali come il Jamaica Open ed il World Cup of Golf Qualifier.

JAMAICA - SuperClubs Golf Club at Runaway Bay Tipo Resort
Stile Marino
Buche 18
Ospiti Benvenuti
Anno inaugurazione 1960
Stagione Tutto l’anno
Campo pratica
Noleggio carts Sì - $80
Noleggio sacca Sì - $20
Maestri
Prenotazione partenza No
Prezzo $35
Scorecard
Tee Par Lunghezza
Blu 72 6814 yd.
Bianchi 72 6487 yd.
Rossi 72 5563 yd.

Altri servizi offerti dal Superclubs resort di Runaway Bay sono un grande campo pratica, putting green, aree di pratica per sabbia e chipping.

Il Breezes SuperClubs Runaway Bay Resort & Golf Club, Giamaica, è una struttura all inclusive con un percorso Championship di 18 buche e l’unica Golf Academy della Jamaica dove green fees, lezioni e tutto il resto, cioè cibo, bevande, danze, nuoto, etc. sono compresi nel prezzo. Una grande opzione per il gioco del Golf in Giamaica.

Dai tees rossi il tracciato è molto corto, solo 5,560 yards; invece dai tees blu si sviluppa per 6,820 con un rating di 73,6 ed un dislivello di 100m. abbondanti. Il pensiero era rivolto sia ai principianti sia agli Handicap bassi con ampie aree d’atterraggio, fairways ondulati e grandi greens in pendenza; il tutto circondato da numerosi bunkers e collinette d’erba.

JAMAICA - SuperClubs Golf Club at Runaway Bay

Dai tees arretrati (blu) il campo è difficile reso ancora più arduo dall’onnipresente vento che spesso soffia anche a più di 40/50 km/h. Per giocatori medi sui 15 colpi di handicap i tees bianchi sono perfetti.

Se ci sono problemi nel controllare il drive meglio stare lontani dai tees blu; anche se il costo è uguale si spende molto di più in palline perse.

Il tracciato presenta molte buche interessanti che regalano grandi scorci marini, la buca finale ne è un bell’esempio con arrivo sul green rialzato.

 

RITORNA A GOLF AI CARAIBI

 

STUDIOAEF

 

 
 

 
 
 

MAPPA DEL SITO