Caraibi, isole nella corrente

 
 

HOME  |  STORIA  |  ISOLE  |  HOTEL  CALENDARIO REGATE  |  GOLF  |  MUST  |  PESCA  |  NOTIZIE  CARNEVALE  |  SERVIZI  |  CONTATTI

BOOKING.COM

 

BAHAMAS

 
 

ISOLE

Bermuda
Bahamas
Turks & Caycos
Cuba
Cayman
Giamaica
Repubblica Dominicana
Haiti
Puerto Rico
Isole Vergini
Isole Sottovento
Antille Francesi
Isole Sopravento
Barbados
Trinidad & Tobago
Antille Olandesi

INFORMAZIONI

Territorio - Clima -
Informazioni pratiche
Cosa vedere
Voli
Sport
Ristoranti
Divertimenti
Shopping
Galleria fotografica
Rent a ...
Cambio Valuta Caraibi
Meteo
 

HOTEL

All Inclusive Hotels
Beach Hotels
Business & Events Hotels
Family Hotels
Golf Hotels
Historic Hotels
Honeymoon Hotels
Self-Catering Hotels
Best hotel by Trip Advisor Rating
 

STORIA

Dagli schiavi della canna da zucchero al turismo per tutti
 
STORIA DELLE BAHAMAS

 

 

Le trovò Colombo nel suo primo viaggio e le regalò alla Spagna. Rimase colpito dal fascino di questo mare azzurro dalle acque basse e le chiamò, in spagnolo, Islas de Bajamar. Gli inglesi le conquistarono a metà del seicento e il nome rimase, ma in versione inglese, Bahamas Islands.

Tra il seicento e il settecento le Bahamas furono un covo tra i preferiti della  pirateria, che infestò questi mari fino alla grande pulizia voluta e ottenuta da Re Giorgio IV nel 1818.

Indipendenti dal 1973 nell’ ambito del Commonwealth, le Bahamas vantano il PIL più alto dei Caraibi, grazie al turismo (oltre 2 milioni di turisti all’ anno), alla pesca e all' agricoltura (prodotti tropicali da esportazione).

Di rilievo il settore finanziario: oltre che isole nella corrente, le Bahamas sono anche un paradiso fiscale sede di numerose società offshore.

Fiorente é il commercio, concentrato a Nassau, la capitale, nell’ isola di New Providence e diretto soprattutto verso gli USA.

 

STUDIOAEF

 

 
 
 
 

MAPPA DEL SITO